OR10n

OR10n nasce come un robot molto semplice realizzato con componentistica di facile reperibilità ed altamente riproducibile anche da chi non ha eccessive nozioni di robotica ed elettronica. OR10n appartiene alla categoria ROV (Remote Operated Vehicle) e viene controllato da remoto tramite un’applicazione scritta in Visual Basic.NET che permette di interfacciarsi con i componenti principali del robot e di visualizzare le immagini da esso catturate e scattare fotografie.

OR10n piace molto ai bambini perchè si controlla con un gamepad collegato al computer permettendo loro di passare da un’esperienza videoludica virtuale al controllo di una macchina reale anche abbastanza sofisticata, rimanendo invariato tutto il sistema di controllo (Computer e Joystick).

Il Gamepad permette di movimentare il robot variandone la velocità, di spostare la telecamera montata su due assi controllati da servocomandi, di scattare fotografie e di avviare/terminare la comunicazione tra computer e robot. Dall’applicazione di controllo è possibile anche controllare i parametri principali di funzionamento del robot: tensione della batteria e assorbimento dei motori mediante indicatori a lancetta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il robot è mosso da 4 motoriduttori, ognuno direttamente collegato ad una ruota, ed alimentato da una batteria al piombo/gel. Il sistema è governato da una MuIn USB distribuita da Robot-Italy, basata su un microcontrollore Microchip PIC18F2520 e sfruttando il firmware originale fornito con la scheda: la semplicità del robot sta anche in questo, difatti non è necessaria alcuna programmzione. I motoriduttori sono pilotati da una coppia di driver motori basati sull’ LMD18200 della National (H-Bridge Tank 3A HP, distribuiti anch’essi da robot-italy). C’è infine una quarta scheda che si occupa della ricarica della batteria e della distribuzione e riduzione delle tensioni di alimentazione.

La comunicazione tra computer e robot avviene via radio mediante una coppia di moduli XBee o simili, inviando i comandi seriali richiesti dal firmware della MuIn USB. La telecamera ha il proprio trasmettitore incorporato e il suo ricevitore è collegato al computer di controllo mediante un modulo di acquisizione video USB.

Il nome OR10n (nome in codice Falken Mark II) nella sua semplicità è in realtà un connubio di varie informazioni: ricorda innanzitutto la cintura di Orione (dal momento che mi piace anche l’astronomia), le lettere I e O centrali sono state sostituite con un 1 e uno zero dal momento che 10 in binario vale 2 in decimale, a ricordare che questa è la seconda versione del robot (nato inizialmente con il nome di Falken – ispirandomi al nome del professore di uno dei mitici film della mia infanzia: Wargames). E infine i monosillabi OR (operatore algebrico booleano), IO (input/output) e ON sono parole che chi si diletta in elettronica maneggia ogni giorno.

Nome Robot OR10n
Autore Bernardo Giovanni
Sito web www.settorezero.com
Tipologia ROV (Remote Operated Vehicle)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Rispondi